Categories

Most Popular

Come proteggersi quando si vende online

Come proteggersi quando si vende online

Come proteggersi quando si vende online

Scopri come proteggerti dai truffatori quando vendi articoli online!

Può essere un divano usato che non ti serve più, un paio di scarpe nuove che non ti stanno, o un vecchio oggetto per cui non hai più spazio; quasi tutto ha un posto online dove può essere venduto. E mentre vendere le cose che non ti servono più dalla comodità della tua casa può essere allettante, può anche renderti più vulnerabile alle truffe!

Per vendere online tramite eBay, Etsy o Poshmark o incontrare faccia a faccia un acquirente tramite Craigslist o Facebook Marketplace, è importante che tu sappia come proteggerti. In questo articolo vi parliamo di alcune delle truffe più comuni che subiscono i venditori, con alcuni suggerimenti per aiutarvi a proteggervi.

Buona lettura!

Quali sono le truffe più comuni

Immagina questa situazione: stai vendendo un articolo tramite Craigslist e un acquirente interessato ti contatta e ti dice che è fuori città, ma che ti invierà un assegno per posta e poi provvederà a ritirare l’articolo. Quando vi arriva il pagamento, si rende conto che l’assegno è per un importo superiore al necessario. L’acquirente ti chiede di depositare l’assegno e di restituire l’importo rimanente con un bonifico bancario. Sfortunatamente, una o due settimane dopo, la tua banca ti avvisa che i fondi dell’assegno erano esauriti.

In queste situazioni, il truffatore approfitta del ritardo tra il deposito dell’assegno sul tuo conto e il rilevamento da parte della banca che si tratta di un assegno falso a scomparire. Il truffatore finisce con i soldi che gli hai trasferito mentre tu, il venditore, hai poche risorse per recuperare quei fondi.

Un’altra truffa comune può verificarsi quando devi spedire un articolo in un altro Paese in cui la spedizione non può essere tracciata. In questa truffa, l’acquirente afferma che l’oggetto non è mai stato consegnato e avvia una controversia. 

Nella maggior parte dei mercati online è il venditore che deve dimostrare che l’articolo è stato spedito come promesso. Nei casi in cui la spedizione non può essere tracciata, la piattaforma spesso si schiera con l’acquirente e tu rimani senza l’oggetto e senza i soldi.

Come proteggersi quando si vende online

Sebbene i truffatori si stiano rivolgendo a truffe sempre più sofisticate, ci sono molti modi per proteggere te stesso e il tuo portafoglio. Segui questi suggerimenti per evitare di correre rischi:

1. Proteggi le tue informazioni personali

Quando si tratta di estranei online, è essenziale non fornire alcuna informazione personale. Non condividere mai il tuo account esatto o le informazioni sulla posizione con un potenziale acquirente. Se il potenziale acquirente ti chiede informazioni personali non necessarie, molto probabilmente non ha buone intenzioni!

2. Limitare i canali di comunicazione

In molti siti web o applicazioni, acquirenti e venditori possono comunicare all’interno della piattaforma ed è meglio limitare le loro comunicazioni a quel canale. In effetti, molti siti consigliano ai venditori di comunicare esclusivamente attraverso la loro piattaforma. Se devi scambiare i numeri di telefono per recuperare un articolo di persona, una buona opzione è utilizzare un numero di Google Voice in modo da poter interrompere tutte le relazioni dopo il completamento della transazione.

3. Quando si vende localmente, attenersi alle transazioni di persona

Secondo Craigslist, il 99% delle truffe può essere evitato vendendo agli acquirenti nella tua zona, faccia a faccia. Attenendoti alle transazioni in contanti e alle consegne di persona, puoi eliminare alcuni rischi di essere truffato, ma dovresti comunque prendere alcune precauzioni!

Quando possibile, scegli di incontrarti in un luogo pubblico, anche di fronte a una stazione di polizia, e chiedi a un amico o un familiare di accompagnarti. Se il tuo oggetto è troppo grande per entrare in un luogo pubblico, prova a spostarlo nel tuo garage o davanti a casa e pianifica sempre un incontro durante il giorno.

4. Accetta pagamenti solo tramite metodi approvati

La maggior parte dei siti consiglia, o addirittura richiede, determinati metodi di pagamento per proteggere sia gli acquirenti che i venditori. Se utilizzi Craigslist, Amazon o eBay, chiedi all’acquirente di pagare tramite il canale consigliato dal sito web.

Non accettare assegni personali e/o assegni circolari. Se un acquirente insiste nell’utilizzare questi metodi di pagamento, è probabile che stia pianificando di truffarti!

5. Sii estremamente attento con le spedizioni

Se devi inviare un articolo a un acquirente, dovrai prendere ulteriori precauzioni. In primo luogo, non spedire mai a un indirizzo non associato al profilo dell’acquirente. Se spedisci a un indirizzo non autorizzato, l’acquirente potrebbe indicare di non aver mai ricevuto il pacco; e potrebbe essere più difficile da rintracciare.

Durante la spedizione utilizzare sempre servizi che possono essere rintracciati e mantenere il numero di tracciamento. Pertanto, se l’acquirente afferma che il pacco non è stato consegnato, è possibile verificare lo stato del tracciamento o contattare direttamente il servizio postale o il corriere.

6. Approfitta delle linee guida e delle protezioni del venditore

Se il sito offre protezioni per il venditore, usale sempre. Inoltre, seguire sempre i normali processi o metodi di pagamento del sito; molti siti richiedono che queste linee guida siano seguite per ricevere protezione.

Trova altri articoli che potrebbero interessarti qui su risparmiofuturo:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*